Raggiungere l’efficienza: il buon utilizzo dell’anti-stagnazione e dei Mini Cicli

1 – Presentazione

Il Mini ciclo, come il ciclo e le tecniche anti-stagnazione, mette in gioco la logica dell'efficienza (rileggere l'articolo dedicato). Si tratta, grazie a questi strumenti, di ridurre i periodi di scontro con se stessi, di limitare al massimo la violenza che ci si infligge nel tentativo di progredire. Il Metodo promuove, attraverso la sua filosofia e il suo funzionamento pratico, una progressione che non causa un importante dispendio di energia (fisica e psichica).
Lo scontro costante con se stessi (la competizione permanente con se stessi) ti sfinisce, è energivora e cronofaga.
Se si privilegia il  « no pain no gain », si perde tempo ad allenarsi e tempo a pensarci (spreco di energia psichica). Si trascorrerà inoltre di sicuro molto tempo a cercare di recuperare i danni fisici e psicologici che ci siamo imposti… La rabbia (e la disperazione) di non riuscirci è un consumo di energia... Sarete forse addirittura costretti a doparvi (accelerazione del recupero) per poter constatare progressi soddisfacenti. Questa focalizzazione alienante sul muscolo è un freno, o addirittura un ostacolo radicale, al raggiungimento del vostro benessere globale, perché l'energia che sprecate non è utilizzabile altrove.

Subordinare la costruzione del corpo alla costruzione di sé significa capire che bisogna risparmiare la propria energia per utilizzarla al meglio nell'ottica di uno sviluppo che non si riassuma a un giro braccio (o a performance eccezionali)… Il Mini ciclo agevola dunque l'aggiramento dei problemi di progressione anzi che l'eroica lotta contro se stessi. Vi libera la mente e protegge il vostro corpo.

 

2 – Utilizzo

a – la base
Il Mini ciclo consiste nel ripartire un po' indietro appena si inizia a ristagnare (a circa il 60% delle migliori performance effettuate). Anzi che sforzarsi per superare ad ogni costo il ristagno (intensificando ad esempio il lavoro muscolare, barando), si fa il contrario: ci si comporta "come se" si fosse regrediti, si torna indietro. Ad esempio, fate sei serie da 10 alle parallele. "Bloccate" a 10 da più sedute. Anzi che intestardirvi, decidete di tornare a 6 volte 6. Poi risalite aggiungendo una ripetizione per serie e per seduta. Ovvero: sei volte 6 il lunedì, sei volte 7 il mercoledì, sei volte 8 il venerdì. Il venerdì dopo, dovreste arrivare a sei volte 11. E se mangiate abbastanza, potrete acquisire muscoli dal momento che state progredendo. D'altra parte, facendo un Mini ciclo nell'esercizio 1 o 2 della Triade, agevolerete la progressione degli esercizi che seguono. Beneficeranno dell'alleggerimento dell'esercizio svolto in modalità Mini ciclo. Durante una seduta al 70% (quella alleggerita del mercoledì), continuate a progredire nell'esercizio in cui state svolgendo il Mini ciclo e completate correttamente la seduta al 70% negli altri. 

b – fare un Mini ciclo in un esercizio in cui si progredisce
Questa tattica consiste nel diventare più deboli in un esercizio in cui si progredisce bene al fine di liberare la progressione di un esercizio in cui si hanno difficoltà. Ad esempio, riuscite 6 volte 12 in B, ma solo 6 volte 7 in A6 (sforzandovi). Passate a 6 volte 8 in B. Aggiungete poi una ripetizione per serie e per seduta in B. A6 nel frattempo conoscerà un'importante progressione. 

 

c – fare le cose nell'ordine
Qualunque sia il livello (tranne in caso di strategia personale ben elaborata), si prova in un primo tempo a salire il più in alto possibile alle parallele. La prima tecnica anti-stagnazione da utilizzare è l'Ascensione. Una volta esaurite le potenzialità dell'Ascensione (si ristagna di nuovo da più sedute), si utilizza a quel punto il Mini ciclo. Tornando indietro per le parallele (Mini ciclo), si agevola automaticamente la progressione del secondo e del terzo esercizio. Esempio: alla fine di un'Ascensione, vi trovate a 18-12-10-10-9-7, per un totale di 66 ripetizioni. Dividete questo numero per 6. Quindi 11 ripetizioni in media per serie. Inizierete così il vostro Mini ciclo a sei volte 7. Un buon modo di progredire in caso di ristagno su (tutta) la Triade è quello di tentare una prima volta un'Ascensione (vedi Turbo) sulle parallele, un Mini ciclo sull'esercizio 2 e continuare con calma nell'esercizio 3. Poi, sin dal secondo ristagno, si fa un mini ciclo alle parallele, si testano altre tecniche anti-ristagno negli esercizi 2 e 3 (Mini cicli o altro). Si può anche fare un "grosso" Mini ciclo alle parallele e uno piccolo al secondo esercizio (o addirittura sia al secondo che al terzo). Si procede in questo modo se si hanno grosse difficoltà con uno di questi esercizi (piegamenti stretti o larghi).

Ad esempio, si riesce a fare 6 volte 15 alle parallele, 6 volte 10 in A6 e 6 volte 11 in A2. Grosso Mini ciclo alle parallele: si torna a fare 6 volte 8. Piccolo Mini ciclo in A6 e A2: si torna a fare 6 volte 8. Pur continuando a fare un Mini ciclo alle parallele, si può scegliere una tattica di progressione dolce per gli altri due esercizi (anzi che fare un Mini ciclo): il Punisher OPPURE l'Occupazione di terreno.

 

 d – distinguere acquisizione di massa e ricerca (esclusiva) di performance
Se ci si trova in periodo di acquisizione di massa, si utilizzano queste tecniche una volta (ad esercizio). Appena si raggiunge il ristagno, si passa al livello successivo. Tranne se si fa veramente fatica a realizzare 6 volte 10 dappertutto. In tal caso, si può tentare di fare Mini cicli sull'intero livello. Tranne se si vuole sbloccare la progressione su un unico gruppo muscolare (cosce, schiena, pettorali, braccia). Il che significa che si decide di far ristagnare le altre (o di farle progredire più lentamente). Tranne se si attraversa un periodo di stress, o se manca la motivazione. In tal caso, si può fare un periodo di Mini cicli permanenti.

Appena diventa difficile, si realizza un Mini ciclo, tante volte quanto necessario. Se si ricerca esclusivamente la performance (non si ricerca la massa), queste tecniche si possono utilizzare più volte, al fine di realizzare un massimo di ripetizioni prima di passare al livello successivo. Si può anche realizzare un intero livello a Mini cicli (tutti gli esercizi) riprendendo al 60% circa delle migliori performance per ogni esercizio. Troverete ulteriori informazioni in Turbo.